+39 0522 887959 info@chemivit.com
Forasacco zampa cane

I Forasacchi nel Cane
Riconoscerli ed evitarli durante le passeggiate estive

Tra passeggiate all’aria aperta e giochi in libertà, non abbiamo alcun dubbio: l’estate è la stagione preferita da tutti i nostri pet.

Peccato però doversi imbattere in piccole insidie che, se prese alla leggera, possono compromettere il benessere dei nostri amici a quattro zampe.

Come ad esempio i forasacchi: piccole spighe appuntite che si staccano facilmente dallo stelo e finiscono per impigliarsi nel pelo, negli occhi e nelle orecchie, con conseguenze anche piuttosto gravi.

👉 Come intervenire in caso di contatto? E come evitarli durante le nostre passeggiate estive? Seguici nelle prossime righe e scoprilo con noi!

 

Indice

 

    1. Cosa sono i forasacchi
    2. I forasacchi nel cane 
    3. Sintomi del forasacco nel cane
      3.1 Come riconoscere un forasacco nel cane 
    4. Forasacco nella zampa del cane 
    5. Forasacco nel naso del cane 
    6. Forasacco nell’orecchio del cane 
    7. Forasacco nel cane: altre zone colpite
      7.1 Forasacco nell’occhio del cane
      7.2 Forasacco sotto la cute del cane
      7.3 Forasacco nella gola del cane
    8. Come proteggere il cane dai forasacchi
      8.1 Se hai qualche dubbio, contatta sempre un veterinario 

 

 

 

Cosa sono i forasacchi
Appartenenti alla famiglia delle graminacee, i forasacchi sono piccole spighe appuntite che possono pungere e conficcarsi — “forare” — la pelle dei nostri pet.

Molto simili al frumento, fanno la propria comparsa tra il mese di maggio e il mese di giugno, e non scompaiono prima di ottobre.

I forasacchi sono comuni sia in campagna che in città, ed è possibile incapparvi sia in un ampio spazio erboso, come anche in un piccolo prato o ai bordi della strada.

I forasacchi nel cane

La pericolosità dei forasacchi è dovuta alla conformazione “a freccia” di queste piccole spighe che, impigliandosi nel manto del cane, penetrano nella cute causando dolore e irritazione.

Per questo motivo, rappresentano una minaccia soprattutto per i cani a pelo lungo: ben nascosti nel loro folto mantello, possono passare diversi giorni prima di accorgerci della loro presenza.

I forasacchi, inoltre, possono essere anche accidentalmente inalati o ingeriti e, se non interveniamo tempestivamente, possono provocare gravi infezioni ai nostri pet.

Sintomi del forasacco nel cane

I sintomi e le conseguenze del forasacco nel cane possono variare in base alla zona di contatto.

Tra i polpastrelli, infatti, queste piccole spighe provocano dolore e zoppia; nelle orecchie, causano un forte prurito e portano il cane a tenere la testa inclinata di lato.

Nel naso, invece, il forasacco può portare a violenti starnuti, prurito e la fuoriuscita di qualche goccia di sangue.

Come riconoscere un forasacco nel cane

Non è raro che i sintomi di contatto con un forasacco vengano inavvertitamente attribuiti ad altre cause, come ad esempio un raffreddore o una semplice storta.

Per questo motivo, è bene prestare attenzione ad eventuali mutamenti nel comportamento del cane.

Se di ritorno da un’uscita con il nostro pet notiamo la comparsa di dolore, starnuti o difficoltà respiratorie, è bene eseguire un’attenta ispezione del manto, delle orecchie e del naso per individuare eventuali forasacchi nascosti.

Forasacco nella zampa del cane

Una delle zone maggiormente interessate dal rischio di forasacchi è la zampa del cane. In genere, la punta della spiga si conficca nello spazio interdigitale provocando dolore e zoppia.

Anche se il rischio di infezione è piuttosto alto, in caso di forasacco nella zampa è spesso possibile agire in autonomia estraendo la spiga con l’aiuto di una pinzetta.

🐾 Come capire se il cane ha un forasacco nella zampa: il cane tende a leccare la zampa e manifesta dolore, gonfiore e zoppia.

Forasacco nel naso del cane

Annusando tra l’erba il cane potrebbe accidentalmente inalare un forasacco. In questo caso, le conseguenze possono essere piuttosto serie, ma con un po’ di attenzione è possibile intervenire in tempo per evitare spiacevoli complicazioni.

L’estrazione del forasacco può essere svolta a casa, se la spiga è ben visibile dall’esterno, ma una volta estratta ti consigliamo comunque di sottoporre il tuo pet ad una visita veterinaria.

Anche se è poco probabile che il forasacco raggiunga i polmoni, qualche residuo nascosto potrebbe comunque causare rinite e sanguinamento.

🐾 Come capire se il cane ha un forasacco nel naso: il cane starnutisce con violenza e arriccia la narice colpita; la presenza del forasacco può causare una piccola fuoriuscita di sangue e dare luogo a una forte rinite.

Forasacco nell’orecchio del cane

Anche se è piuttosto doloroso, un forasacco nell’orecchio non rappresenta un grave pericolo per il cane, ed è molto raro che si spinga tanto in profondità da lesionare il timpano.

In questo caso, ti consigliamo di rivolgerti immediatamente al tuo veterinario di fiducia: grazie all’otoscopio saprà individuare rapidamente la spiga ed estrarla a colpo sicuro, scongiurando il rischio di residui nel condotto uditivo.

🐾 Come capire se il cane ha un forasacco nell’orecchio: il cane tiene il capo inclinato verso l’orecchio interessato, scuote la testa e si gratta con insistenza; la presenza del forasacco può causare dolore e otite.

Forasacco nel cane: altre zone colpite
Nel cane, zampe, naso e orecchie non sono le sole zone soggette al rischio di forasacchi: non è raro che una piccola spiga possa infilarsi negli occhi, nella cute o nella gola del pet.

Forasacco nell’occhio del cane

Nel caso in cui il forasacco si nasconda sotto la palpebra del cane, la sua presenza può essere rivelata da lacrimazione e infiammazione.

Se sospetti che il tuo pet abbia una spiga nell’occhio, meglio intervenire subito per evitare gravi danni alla vista.

👉 Il rischio di forasacco nell’occhio è comune anche nei gatti. Se noti lacrimazione ed infiammazione ad un solo occhio, rivolgiti al tuo veterinario!

Forasacco sotto la cute del cane

Nel caso in cui il forasacco si trovi sotto la cute, la sua presenza può essere accompagnata da gonfiore e dolore e prurito.

L’estrazione può essere fatta a casa, se la spiga è ben visibile, ma ti consigliamo comunque di rivolgerti al veterinario per un controllo approfondito: se non estratto correttamente, il forasacco può provocare infezioni, noduli o ascessi.

Forasacco nella gola del cane

L’ingestione di un forasacco può essere causa di gravi complicazioni per la salute del cane. La spiga può infatti rimanere incastrata nella gola, o finire nei bronchi causando polmoniti, tosse e sanguinamento.

Inoltre, per la posizione estremamente delicata, non è possibile procedere con l’estrazione in casa: la rimozione avviene infatti sotto sedazione, e deve pertanto essere svolta da un veterinario.

Come proteggere il cane dai forasacchi

Diversamente da zanzare e parassiti, non è possibile proteggere il cane con prodotti e lozioni repellenti che impediscano al forasacco di penetrare nella cute.

L’unico modo per prevenire il contatto è stare lontano dalle zone infestate o, se non è possibile evitarlo, eseguire un’accurata ispezione del manto e della cute al ritorno da ogni passeggiata all’aria aperta.

Spazzolalo con cura, e controlla attentamente spazi interdigitali delle zampe, collo, orecchie e ascelle. La piccola spiga del forasacco punge: se non è ancora penetrata nella cute, non farai fatica ad individuarla.

Se hai qualche dubbio, contatta sempre un veterinario

Se invece temi che il tuo pet sia entrato in contatto con un forasacco ma non ne sei sicura/o, contatta il tuo veterinario di fiducia per una visita di controllo.

Il tempo rimane sempre il fattore fondamentale per scongiurare il rischio di estrazione chirurgica.

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento e condividi questo articolo se ti è piaciuto. E se non vuoi perderti nessuna novità dal mondo di Cliffi, seguici sulle nostre pagine Facebook ed Instagram !